L’Aquarius, Salvini, Macron e l’impennata “nazionalista” e filogovernativa di una parte della stampa italiana

Chi scrive denuncia da anni, attraverso i suoi libri e spesso nel totale silenzio della stampa, le pesanti ingerenze nella politica italiana da parte di paesi “amici”-“alleati” disturbati dalle posizioni di influenza conquistate dall’Italia dopo la seconda guerra mondiale...

Leggi tutto

Iacoboni e i metodi del “club” a 5Stelle

Caro Jacopo Iacoboni, ti esprimo innnzitutto  la mia solidarietà per il trattamento a dir poco indecente che ti hanno riservato i 5Stelle l’altro giorno a Ivrea, impedendoti di entrare («per motivi personali») nella sala della kermesse dedicata al loro guru, Gianroberto Casaleggio. Le tue...

Leggi tutto

L’episodio di Bardonecchia, la tracotanza francese, il servilismo italiano e un piccolo promemoria dal “Puzzle Moro” per i governanti uscenti (speriamo in modo più decoroso) e quelli entranti (speriamo in modo più dignitoso)

Avrebbero dovuto arrestarli i doganieri francesi che  l’altro giorno hanno oltrepassato i confini del nostro paese e, a Bardonecchia (località in provincia di Torino), si sono comportati come padroni di casa. E invece, le autorità di governo italiane hanno lasciato fare. Limitandosi, dopo...

Leggi tutto

Un tragico “giochetto” che abbiamo già conosciuto. Ma non abbiamo imparato nulla. E arriverà il giorno in cui si verseranno lacrime di coccodrillo

Bastano i titoli: “Militante di Forza Nuova legato e picchiato a Palermo. Controlli in corso sui centri sociali”   Forza Nuova: “Niente resterà impunito”   Accoltellato militante di Potere al popolo mentre stava affiggendo manifesti a Perugia   “A morte le guardie”: scritte e...

Leggi tutto
Pagina 1 di 3012345...102030...Ultima »

Giovanni Fasanella, giornalista. Ex notista politico dell’Unità, poi quirinalista e cronista parlamentare di Panorama. Ora, per fortuna mia e dei giornali per i quali ho lavorato (e per sfortuna dei lettori), scrivo solo libri e curo questo blog. Mi occupo del “non detto” della storia italiana. Non detto perché imbarazzante e perché imposto dalla ragion di Stato o dai vincoli dei trattati internazionali firmati dal nostro Paese dopo la Seconda guerra mondiale. È un lavoro impopolare, ma qualcuno deve pur farlo. Frequento archivi italiani e, con l’aiuto determinante di un eccellente ricercatore come Mario Josè Cereghino, mi sto appassionando sempre più agli archivi britannici.Detesto i dietrologi: incapaci di inquadrare i fatti nei loro contesti, attribuiscono tutto a disegni demoniaci. Detesto ancora di più gli anticomplottisti: pur di non risalire ai contesti, cancellano anche i fatti. Il mio approccio: i fatti non separati dai contesti. Storico-politici e geopolitici. Seguimi su Twitter @GioFasanella o su BBC History

Twitter