«La stampa serve chi è governato, non chi governa»

«La stampa serve chi è governato, non chi governa» E’ una frase tratta dalla sentenza della Corte suprema americana sull’azione legale promossa, all’inizio degli anni Settanta, dal presidente Usa Richard Nixon contro il Washington Post e il New York Times per la pubblicazione di...

Leggi tutto

Quando nei campi di sterminio gli ebrei non volevano lasciare agli aguzzini l’ultima risata…

«Tutti sanno che l’umorismo è in grado, come poche altre cose nell’esistenza umana, di creare un distacco e di porre gli uomini al di sopra di una certa situazione, sia pure per qualche secondo. Con l’andare del tempo educai all’umorismo un amico e un collega che lavorò...

Leggi tutto

Se dovrà essere asse italo-francese, Gentiloni si assicuri che l’Italia ci sia.

Macron è a Roma per gettare insieme a Gentiloni le basi di un’intesa strategica italo-francese. Ottimo. Fuori la Gran Bretagna (purtroppo), l’Europa franco-tedesca non bilanciata da un asse “latino” sarebbe destinata al fallimento. Leggo che il primo passo verso l’accordo...

Leggi tutto

I risultati della Commissione Moro e il silenzio della stampa italiana

Cari lettori, rieccomi. Dopo una lunga assenza, di cui mi scuso, torno ad aggiornare Fasaleaks. C’è da commentare una notizia molto importante. Lo scorso 13 dicembre, il Parlamento ha approvato all’unanimità la relazione finale della Commissione d’inchiesta sul caso Moro presieduta...

Leggi tutto
Pagina 2 di 3012345...102030...Ultima »

Giovanni Fasanella, giornalista. Ex notista politico dell’Unità, poi quirinalista e cronista parlamentare di Panorama. Ora, per fortuna mia e dei giornali per i quali ho lavorato (e per sfortuna dei lettori), scrivo solo libri e curo questo blog. Mi occupo del “non detto” della storia italiana. Non detto perché imbarazzante e perché imposto dalla ragion di Stato o dai vincoli dei trattati internazionali firmati dal nostro Paese dopo la Seconda guerra mondiale. È un lavoro impopolare, ma qualcuno deve pur farlo. Frequento archivi italiani e, con l’aiuto determinante di un eccellente ricercatore come Mario Josè Cereghino, mi sto appassionando sempre più agli archivi britannici.Detesto i dietrologi: incapaci di inquadrare i fatti nei loro contesti, attribuiscono tutto a disegni demoniaci. Detesto ancora di più gli anticomplottisti: pur di non risalire ai contesti, cancellano anche i fatti. Il mio approccio: i fatti non separati dai contesti. Storico-politici e geopolitici. Seguimi su Twitter @GioFasanella o su BBC History

Twitter