Vite Parallele. Francesco Gironda: Quel 1956, il vuoto lasciato dalla morte di mio padre e il ricordo delle mie storie familiari, mentre i carri armati sovietici entravano a Budapest

Francesco Gironda

Continua dalla prima puntata.. Mio padre morì pochi mesi dopo che avevo compiuto i diciotto anni. Era  il 3 novembre del 1956. Il giorno dopo, il 4 novembre, le truppe sovietiche entrarono a Budapest, dopo aver annientato la resistenza degli insorti. Nei miei ricordi, gli impegni dolorosi di quei...

Leggi tutto